Trollope

Gli aspiranti scrittori si posizionano sempre su uno spettro che a un’estremità vede coloro che scrivono tantissimo ma non editano abbastanza, mentre all’estremo opposto ci sono coloro che a un certo punto si bloccano. Ai grafomani non ho molto da consigliare. Per gli altri, però, un consiglio ce l’ho: il metodo Trollope.

Per tutta la vita Trollope ritagliò del tempo per scrivere ogni mattina prima di andare a lavorare. In trentotto anni ha scritto 47 romanzi, 18 saggi, 12 racconti, e 2 opere teatrali citation needed, e il suo metodo era molto semplice: 250 parole ogni quarto d’ora.

Farlo a mano è difficile, farlo su una macchina da scrivere un po' meno, farlo su un computer lo è molto, molto meno. Mettete un timer, controllate il contatore delle parole in basso, e scrivete. Ciò che verrà fuori non sarà perfetto, ma 250 parole imperfette sono meglio di due frasi in una giornata di lavoro.

torna indietro